In questi giorni ho partecipato a uno stage di benessere, nutrizione  e sport organizzato da Luca Speciani per DietaGift. E’ stata una bellissima esperienza che ho potuto condividere con le mie figlie, membri della mia società sportiva e tante persone nuove con le quali avevo in comune la voglia di stare bene attraverso l’alimentazione e lo sport. La nostra alimentazione è stata perfetta: bilanciata e funzionale al nostro dispendio energetico. La dieta GIFT non è solo una dieta ma uno stile di vita vero e proprio dove GIFT è un acronimo che significa Gradualità, Individualità, Flessibilità e Tono. L’idea di base è quella di sfruttare i segnali ormonali del nostro organismo per arrivare ad un dimagrimento equilibrato e duraturo

Le uscite in montagna sono state impegnative: infatti a causa del dislivello non sono riuscita a correre ma solo a camminare in salita di buon passo. D’altra parte il trail running  ha le sue regole: non ci si può improvvisare. Ai campionati master di corsa in montagna a squadre, a cui ho partecipato circa un mese fa, una simpatica signora over 60 mi ha detto mentre mi superava: “in montagna è meglio imparare a camminare bene che correre!”. Ed in effetti adesso me ne sono convinta. Vedo che un dislivello di già 1000m per me è decisamente faticoso, e le mie gambe impiegano troppi giorni a riprendersi. Ma arrivare in cima ad una vetta ha sempre il suo fascino, indipendentemente da come e da quando ci arrivi. Perchè a volte basta solo accontentarsi di ciò che si ha. Non tutti possiamo essere dei campioni, ci ha detto Pietro Trabucchi allo stage di Vetan. Ma tutti possiamo sognare, ed è quello che io continuerò a fare

Considero questo stage una bellissima esperienza, un punto di inizio per la mia formazione con dieta GIFT. Se poi sarà anche una partenza per un futuro da trail runner si vedrà!

 

Pin It on Pinterest