Imperia. Il Leo Club  di Imperia  insieme all’Associazione “Mi nutro di vita” fondata nel 2011 con l’intento di sensibilizzare, dare sostegno e creare collaborazione, hanno organizzato un pomeriggio sul tema dei disturbi alimentari  purtroppo diffusi ad ogni livello e ad ogni età: anoressia, bulimia, obesità colpiscono bambini, adolescenti e adulti, coinvolgono sia uomini che donne, e sono presenti in ogni ogni strato sociale. Ad avere l’idea e a curare l’organizzazione del pomeriggio Rebecca Balboni.

In pochi sanno che la Liguria è la Regione con maggior  numero di casi riscontrati in Italia ma a fronte di questo esiste solo un centro a Pietra Ligure (10 posti letto)che può accogliere i soggetti che soffrono di queste patologie ma non è specializzato. Nel 2014 ha aperto a Genova un  centro diurno; i numeri delle cartelle aperte dopo neanche 12 mesi danno l’idea del bisogno reale: 800  persone si sono rivolte allo sportello a fronte dei 12 membri dello staff.

La Sala del Polivalente era gremita , più di cento persone infatti hanno partecipato a questo importante incontro. Fra i relatori erano presenti la dottoressa Laura Arpenti, Stefano Tavilla e Ilaria Caprioglio dell’associazione Mi nutro di Vita,  la dott.ssa Valeria Bersano e la Dott.ssa Paola Griseri, Biologa Nutrizionista. Gli interventi sono stati alternati a spazi musicali a cura di Marina Ramaggi e sua figlia Virginia Amato.

Per l’articolo completo su ImperiaPost cliccare qui

Pin It on Pinterest