Il Mercato Orientale di Genova è uno di quei posti da visitare se siete in giro per Genova. E’ nascosto dietro la strada più importante della città  (via XX Settembre), non è turistico (nonostante vi si aggirino persone di tutte le nazionalità ), e mantiene intatti alcuni aspetti del mercato rionale. E’ uno di quei posti dove bisogna dimenticarsi di comprare qualcosa di specifico e perdersi a guardare le merci esposte, in modo da vivere completamente l’atmosfera d’altri tempi e lasciarsi trasportare dalla vista e dall’olfatto per gli acquisti.
Ogni volta che visito una città  cerco di visitare un mercato, possibilmente non turistico ma frequentato da gente del posto, per vedere la diversità di prodotti, i tipi di frutta e verdura esposte ed anche per ascoltare i discorsi delle signore, in modo da entrare nella vita quotidiana di un’altra comunità.
Al mercato orientale di Genova mi sono fermata ad un banchetto che vendeva ogni tipo di legumi e riso.  In particolare mi sono lasciata conquistare dal Riso pappacurry, con riso integrale basmati, riso thai, miglio, lenticchie rosse, lenticchie gialle, papaya, ananas e curry. La scelta è stata influenzata dal fatto di avere un prodotto altamente digeribile escludendo il glutine ( erano tanti gli abbinamenti del riso con orzo e farro), dalla scelta di un chicco integrale e dal mio amore per il basmati.   I chicchi del riso basmati sono lunghi e stretti e con la cottura rimangono sodi e ben separati, e rispetto ad altre varietà  non sono per niente appiccicosi. E’ un riso con un gusto delicato, profumato, e leggermente speziato,  alla base di numerosi piatti orientali. L’aggiunta di miglio (senza glutine ed altamente digeribile) e riso thai (aromatico e saporito) completa la componente di carboidrati e lo rende un piatto piuttosto energetico. Per limitare l’indice glicemico del riso sono presenti le lenticchie rosse e gialle, che con il contenuto in ferro, proteine e fibre diminuiscono il picco glicemico postprandiale  di solito associato al riso. Il tocco esotico è completato da papaya, ananas e curry. Come è noto l’ingrediente principale del curry è la curcuma, contenente il principio attivo della curcumina, potente antiinfiammatorio ed antiossidante efficace nella prevenzione di numerose patologie come le neoplasie intestinali e le malattie autoimmuni.
La signora mi consiglia di aggiungere delle code di gamberi al mix base da lei venduto: ecco quindi che il mio recente acquisto diventerà  uno splendido piatto unico molto simile ai piatti della cucina tailandese. Personalmente avrei pensato al pollo, in quanto  la cucina indiana mi è più familiare.
Penso che potrei provare entrambe le versioni, per raccontarlo alla signora e tornare al più presto a prendere qualcos’altro!

 

 

 

 

Pin It on Pinterest