Ippocrate, nel V secolo avanti Cristo, diceva

“Lasciate che il cibo sia la vostra medicina e la vostra medicina sia il cibo”.

La scienza moderna ha confermato questa antica affermazione ed oggi è riconosciuto che mangiare e curarsi sono due eventi imprescindibili l’uno dall’altro, necessari entrambi per la prevenzione  e la guarigione da qualsiasi malattia
Adesso infatti utilizziamo  il termine “Nutraceutica” , fusione dei termini “nutrizione” e “farmaceutica”, per indicare la disciplina che indaga tutti i componenti degli alimenti che hanno effetti positivi per la salute, e che possono essere utilizzati come prevenzione e  trattamento delle malattie.
Questo tipo di alimenti vengono ormai comunemente definiti “alimenti funzionali” traduzione letterale dall’inglese di “functional foods

Per iniziare a pensare ad usare gli alimenti come medicina, ho creato un elenco di cibi che sono ad oggi universalmente riconosciuti  per il loro potenziale ruolo nel mantenere in salute il nostro corpo. Eccoli in ordine alfabetico:

AGLIO
L’aglio riduce la pressione arteriosa e il colesterolo, è un valido antinfiammatorio ed aiuta a fluidificare il sangue e  riparare i danni dell’arteriosclerosi

ALGHE
Le alghe brune, come Wakame e Mekabu contengono molti composti bioattivi, come gli acidi grassi omega-3 a cui sono associati effetti protettivi cardiovascolari.

CIOCCOLATO
Cacao e cioccolato sono stati indagati per i loro potenziali benefici per la salute. Il cioccolato è ricco di antiossidanti e  contiene la Feniletilamina (detto anche ormone del piacere), un ormone naturale psicoattivo utile per combattere la depressione.

CURCUMA
La curcuma contiene curcumina, il pigmento giallo brillante trovato nella radice della pianta Curcuma Longa ed utilizzata anche nel Curry. Ha spiccate proprietà antiinfiammatorie ed oggi è spesso utilizzata come integratore

TE’ VERDE
Il tè verde, una bevanda apprezzato da molte persone in tutto il mondo, contiene numerosi componenti con attività antiossidante e risulta quindi utile per combattere i radicali liberi.

ZENZERO
Lo zenzero facilita la digestione, ha spiccate proprietà antiinfiammatorie  ed è stato dimostrato ridurre la nausea sia in gravidanza che in seguito a chemioterapia.

Ovviamente ve ne sono di molti altri, di cui parleremo in seguito, ma per ora questi rappresentano la base della conoscenza nutraceutica e non potranno più mancare sulla nostra tavola

 

 

Pin It on Pinterest